asd dolomiti adventure

DOVE INIZIA L'AVVENTURA

cosa facciamo

nordic walking

Uno sport noto nelle città dove viene applicato nei parchi e negli argini, non bisogna però sottovalutare l’opportunità di utilizzarlo in montagna e in qualsiasi altro territorio. Questo permette di organizzare gite anche culturali e pure vacanze.

E’ una camminata ad andamento sostenuto che sfrutta l’impiego di bastoncini simili a quelli da sci, ma con lo scopo di prolungare le braccia e poter spingere con essi sul terreno per aiutare l’avanzata.

Questa tipologia di movimenti permette uno sfruttamento quasi prossimo al novanta percento di tutta la muscolatura del nostro corpo.

Accompagnati da un Istruttore Nazionale CSEN affronteremo la tecnica ed organizziamo gite in natura e in città con scopo culturale.

Prendi i tuoi bastoncini … oppure chiedi a noi … e scrivi la tua storia in Nordic Walking.


tiro con l'arco

Il Tiro con l’arco è una disciplina di antiche origini, si ritiene che la comparsa di un arco si possa collocare a circa trentamila anni fa durante il periodo preistorico. Questo è dato certo visto che nell’epoca del rame Otzi ne faceva uso, sicuramente veniva utilizzato come strumento di caccia per colpire le prede da notevole distanza dando maggiore probabilità di riuscita alla caccia.

Noi come il nostro antenato cerchiamo di intagliare l’arco costruendo anche la freccia, sia con l’impennaggio che la fabbricazione di una punta di selce con la tecnica della percussione diretta.
Con l’opportunità di costruire le armi abbiamo raffinato alcune ricerche storiche anche per la costruzione di una balestra risalente all'anno 1000 impiegata dai contadini soldato di Charavines
Caratteristica di questa balestra è il meccanismo di scatto chiamato, con evidente riferimento al luogo di ritrovamento, “Charavines”.
Esso è posto sulla parte superiore della balestra ed è composto da un solo pezzo: una leva in legno dal profilo ad “L”.
La corda, a balestra armata, è trattenuta nella scanalatura del teniere; il rilascio della corda è ottenuto dal movimento della leva, azionata dal dito pollice della mano che impugna il teniere.
… unisciti alla storia … tira con l’arco inseme a noi.


geocaching

NOZIONI DI TOPOGRAFIA

  • Reticolato geografico
  • Designazione di un punto
  • Sistemi di misura
  • Nord Geografico, Rete e Magnetico
  • Distanze
  • Scale di proporzione
  • Curve di livello
  • Segni convenzionali
  • ORIENTAMENTO
  • Strumentazione
  • Orientamento della carta …

E’ forse il caso di prepararsi prima di immergersi in questo meraviglioso gioco, poni attenzione alle tue scelte.

MANUALE DI GIOCO





pomeriggo al parco

Attività nel bosco adatta ai bmbini della scuola primaria. Dodci incontri, uno al mese alla scoperta del bosco, delle stagioni e della natura.

Nella natura ritrovano lo spazio per muoversi e correre, giocare e ridere, per attraversare fossi o fare giochi d’equilibrio sui tronchi, toccare e annusare fiori e bacche, lasciarsi cadere nell’erba alta o in mucchi di foglie secche, scoprire il verso del picchio, degli altri uccelli o lo scricchiolio delle foglie. D’inverno possono esplorare tracce. Nella natura fanno continuamente nuove scoperte, percepiscono i più piccoli cambiamenti, incontrano gli elementi, riconoscono il bosco come ambiente di vita per gli animali e le piante.

Il gioco con materiali naturali fa diventare il bambino un tecnico, un filosofo, un artigiano, un esploratore. 


ATTIVITA' PROGRAMMATA PRESSO PARCO LONZINA


Via Malterreno, 13 - Torreglia (Pd)

(accesso consigliato via Chiesa Tramonte del Comune di Teolo)

WATER PAINTBALL

IN QUANTI BISOGNA ESSERE PER GIOCARE?

Minimo: 4 persone (2 contro 2)

Massimo: 20 persone (10 contro 10) per turno di gioco.

Sono ammessi al gioco partecipanti a partire dai 6 anni, ACCOMPAGNATI DA UN TUTORE MAGGIORENNE giocatore CHI E' MINORE DI 14 ANNI. Per i minorenni è obbligatoria l'autorizzazione firmata dal tutore maggiorenne.

REGOLAMENTO:

Verranno consegnate alle due squadre dei cordini e dei teli, verrà insegnato a tutti la costruzione di alcuni nodi. Diviso il campo di gara, le due squadre decidono la loro strategia:

  • Costruirsi la base
  • Costruirsi i ripari

Verrà fornita una bandiera da porre all'interno della base.

Scopo del gioco è eliminare tutti gli avversari colpendo sul bersaglio della pettorina e conquistare la bandiera della base avversaria e portarla nella propria base.

Quando un giocatore viene colpito alla pettorina , questa cambierà colore. Il giocatore colpito non può sparare e deve recarsi nella zona neutrale ed aspettare che la pettorina si asciughi tornando bianca.

Asciugata la pettorina il giocatore torna in gioco.

Se un giocatore viene colpito mentre trasporta la bandiera deve lasciarla cadere immediatamente.

La bandiera rimane nel punto in cui è caduta e il gioco riprende.

Esiste una zona neutra dove rifornirsi d'acqua e dove è vietato colpirsi, pena la squalifica.

Il tempo di gioco è di massimo 2 ore, per quante siano le partite.

E' vietato il contatto fisico tra giocatori.